sabato 11 giugno 2016

Il 22 luglio in festa per Maria di Magdala, apostolorum apostola

«Per espresso desiderio del santo padre Francesco, la Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti ha pubblicato un nuovo decreto, datato 3 giugno 2016, solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, con il quale la celebrazione di santa Maria Maddalena, oggi memoria obbligatoria, sarà elevata nel calendario romano generale al grado di festa»: è l’incipit dell’articolo, pubblicato sul Bollettino della Sala stampa vaticana, a firma del segretario del dicastero del Culto, arcivescovo Arthur Roche.

venerdì 10 giugno 2016

L'omelia di pietra di Antoni Gaudì

Moriva oggi, 90 anni fa, Antoni Gaudì, il padre geniale della Sagrada familia. Morto in povertà, ha trascorso gli ultimi anni della vita come un monaco tutto dedito a dirigere una monumentale opera di corale gloria a Dio. 
Rileggiamo la presentazione della simbologia teologica dell'edificio, consacrato da Benedetto XVI nel 2010, pubblicata sul Regno a firma del gesuita J.-P. Hernández.
Introdotta a Barcellona la causa di beatificazione di Gaudì a opera di un gruppo di architetti e designer catalani, nel 2003 essa ha concluso la fase diocesana di valutazione e ora è allo studio della Santa Sede.


giovedì 9 giugno 2016

Francesco in Armenia e il genocidio del 1915

Mancano meno di due settimane al viaggio apostolico di papa Francesco in Armenia, dal 24 al 26 giugno prossimi. Dopo le visite compiute in Messico (12-18 febbraio 2016) e sull’isola di Lesbo (il 16 aprile scorso), quello che si sta per compiere sarà, nell’ordine, il terzo dei viaggi apostolici pontifici fuori dall’Italia dall’inizio dell’anno e il XIII pellegrinaggio internazionale dall’inizio del pontificato. Sul Regno una lettura teologica sul genocidio degli armeni.

mercoledì 8 giugno 2016

Il 31 ottobre il papa in Svezia per il 500.mo della Riforma di Lutero

Il 31 ottobre, quando papa Francesco si recherà a Lund, in Svezia, la commemorazione ecumenica congiunta luterano-cattolica del 500° della Riforma, che cade nel 2017, sarà strutturata su due parti e consisterà in una liturgia nella cattedrale di Lund e un evento pubblico nell'area sportiva di Malmo, aperta a una partecipazione più ampia.
Le celebrazioni verteranno su ringraziamento, pentimento e impegno per una testimonianza comune. E la celebrazione utilizzerà il testo della Preghiera comune (che Il Regno ha tradotto in italiano).