venerdì 27 maggio 2016

Aveva 100 anni ed era il custode della memoria di papa Giovanni XXIII

Si è spento ieri presso la clinica Palazzolo di Bergamo il card. Loris Francesco Capovilla Nato il 14 ottobre 1915 a Pontelongo, in provincia di Padova, fu ordinato sacerdote il 23 maggio 1940. Prestò servizio a lungo alla diocesi di Venezia, dove aveva conosciuto l'allora cardinale Angelo Roncalli quando, nel 1953, venne nominato Patriarca della città veneta. Per dieci anni, dal 1953 al 1963 fu suo segretario particolare, quando questi era patriarca di Venezia, quindi lo aveva accompagnato al conclave del 1958 nel corso del quale venne eletto papa Giovanni XXIII. Per quattro anni lavorò anche a fianco di Paolo VI come perito conciliare. Il 10 dicembre 1988 si dimette dagli incarichi pastorali e va ad abitare a Sotto il Monte, in provincia di Bergamo, paese natale di papa Roncalli. E' qui che due anni fa, il 1° marzo 2014, per decisione di papa Francesco ricevette la  la berretta cardinaliziaDal 15 aprile era il più anziano vescovo d’Italia e il quarto del mondo. Su Regno-att. 12, 2013,344 un ricordo nell'intervista che il card. Capovilla rilasciò per Il Regno ricordando il "suo" papa.

mercoledì 25 maggio 2016

Papa per il 100° del Katholikentag: ciò che conta è l'attenzione all'altro

Si è aperta ieri sera a Lipsia, in Germania la 100° edizione del Katholikentag, ovvero la "Giornata dei cattolici tedeschi", organizzato a cadenza biennale e che quest’anno ha per tema "Ecco l’uomo" Ai partecipanti papa Francesco ha inviato un messaggio in cui esprime apprezzamento per l’iniziativa: "Voi avete buoni rapporti con i cristiani delle altre confessioni e date un’autentica testimonianza di Cristo con il vostro impegno concreto a favore dei più deboli e bisognosi".

Dustur al Kino di Roma, tra cinema e scienza

Presentato recentemente a Cesena in occasione della Festa dell'Europa (9 maggio scorso), il film Dustur di Marco Santarelli torna a Roma per una tre giorni (25-27 maggio) di rassegna cinematografica capitolina nata dalla collaborazione con il Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale del CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche. Con l’intento di coniugare racconto cinematografico e approccio scientifico sul delicato tema delle migrazioni e della convivenza (ambiti in cui il Dipartimento del CNR è impegnato da tempo) la prima edizione di REMIX offrirà al pubblico un ricco programma di incontri e proiezioni, in compagnia dei registi e dei ricercatori. Tra i prossimi appuntamenti in programmazione: il 2 giugno Dustur verrà proiettato a Cattolica per la Festa della Repubblica. Su Regno-att. 6,2016,165 una breve lettura.

Discernimento per una morale in uscita, alla luce di Evangelii gaudium

Cosa intende papa Francesco laddove parla della sua visione dinamica e "in uscita" dell'evangelizzazione e missione della Chiesa che faccia propria la pratica del discernimento come metodo per "una morale dal cuore del Vangelo"? Ma soprattutto cosa si intende realmente, nella vita quotidiana, con la parola "discernimento": si tratta di buon senso, virtù della prudenza o semplice capacità di giudizio corretto? O non piuttosto di "approccio alla vita che scaturisce dalla familiarità col Vangelo di chi sa trovare Dio in tutte le cose"?: Carla Corbella per il blog Moralia

martedì 24 maggio 2016

Vaccinazioni: una questione di etica civile

"È obbligatorio o no vaccinare i bambini": è bastata una simile domanda seguita da una risposta provocatoria per scatenare, durante la trasmissione Virus condotta su Rai2 da Nicola Porro, l'ultima querelle in materia di vaccinazioni. Una polemica su cui troppo spesso si assiste a un vuoto di contenuti in un'etica della comunicazione che non cerca l'approfondimento scientifico, ma solo lo scontro tra punti di vista "morali" diversi. E se invece provassimo a vedere la questione da un punto di vista di etico-civile? Simone Morandini per il blog Moralia.

lunedì 23 maggio 2016

Il contagio del papa. E il primo effetto sui vescovi

"C'è un influenza del papa argentino sui nostri vescovi? E in quale direzione?": apre su questa pista, attraverso la sollecitazione provocata da queste due domande, la seconda indagine di Luigi Accattoli sul positivo "contagio" che viene ai nostri vescovi dalle parole e dai gesti di papa Francesco. L'esempio da seguire è certamente "alto", ma gli entusiasmi e le buone pratiche non mancano. 

Europa - Migrazioni. I corridoi umanitari


Nati da un Protocollo d'intesa sottoscritto, il 15 dicembre 2015, dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ministero dell'Interno, Comunità di Sant'Egidio, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (FCEI) e Tavola Valdese, i corridoi umanitari sono un "progetto-pilota" di alto profilo umanitario Frutto di una collaborazione ecumenica fra cristiani cattolici e protestanti i corridoi umanitari prevedono l'arrivo nel nostro Paese, nell'arco di due anni, di 1000 profughi da paesi interessati da guerre civili e violenza diffusa. Un primo bilancio su Regno-att. 6,2016,138.