giovedì 19 maggio 2016

Procreazione responsabile: questione non solo di «metodo» in Amoris laetitia

Nonostante "l’abbandono del precedente linguaggio magisteriale" improntato a termini quali "permesso" e "proibito" e a giudizi morali generali, l'esortazione Amoris laetitia "non confligge con il magistero precedente, ma apre sempre a nuove possibilità esistenziali. Questo è particolarmente evidente anche in riferimento ai diversi temi connessi alla procreazione responsabile": è il commento di Andrea Volpe per il Blog Moralia. 
Qui il link all'intero testo dell'articolo pubblicato sul sito del Regno.


Nessun commento:

Posta un commento